Metafora da Coach: IL TEMPO

“Metafora da Coach ”

Il Tempo

 

C’era una volta una città tanto rumorosa e popolata da migliaia di abitanti molto, molto nervosi. In questa città le persone correvano e correvano senza mai fermarsi,  avevano a disposizione solo 4 ore per dormire, dato che  gli orologi segnavano16 e non 24 ore. Questo era stato un sortilegio che molti anni prima questi abitanti avevano dovuto subire poiché non avevano rispettato le Leggi della Natura. Quindi oggi, per poter  far fronte ad ogni tipo di incombenza, gli abitanti della città erano obbligati a fare tutto più in fretta di quanto non fosse loro stato concesso in passato. Anche i bambini dovevano seguire i propri genitori e andavano a lavorare fin da piccoli per poter correre dietro al Tempo, col risultato che erano sempre più stanchi e tristi, proprio perché non giocavano più. Così a causa di questo ritmo frenetico che tutti, grandi e piccoli avevano imparato, lo Stress, Signore e Padrone di ogni cosa, governava sovrano la città.

Finché un giorno, da un’altra civiltà, non sono apparsi i Saggi, che, nascosti tutti gli orologi, hanno promesso di restituirli, una volta che la popolazione avesse finalmente imparato la lezione.

Il Ritmo nuovo, regolato da Luna, Stelle e Sole ha restituito Calma e Tranquillità ai poveri stressati. Ristabilita così la Serenità e il Nuovo Ritmo, e dopo aver inserito come obbligatorio per un’ora al giorno, il gioco delle costruzioni e delle bambole per gli adulti, è avvenuta ufficialmente la  consegna dei nuovi orologi, questa volta con le  24 ore  tutte a disposizione.

Lascia un commento